monetizzare gli eventi ibridi

Monetizzazione degli eventi ibridi durante la pandemia

Gli eventi virtuali si sono imposti nel 2020 e si sono fatti sentire ma nel medio-lungo termine è l’esperienza ibrida che è qui per restare. Monetizzare gli eventi ibridi nell’immediato futuro diventa quanto mai fondamentale.

In questo articolo analizzeremo le statistiche più importanti per gli eventi ibridi e virtuali per il 2021. Affronteremo le opportunità nate con l’affermazione degli eventi virtuali e ibridi, tanto nel B2C che nel B2B, rendendola una scelta quanto mai interessante per diversificare l’esperienza degli utenti ed i metodi di monetizzazione dell’evento.

Ma prima di tutto, partiamo dai numeri.

Cosa ci dicono le varie statistiche su gli eventi ibridi e virtuali?

Abbiamo visto in precedenza nel nostro articolo: “Come organizzare eventi ibridi aziendali a Milano durante e dopo il Covid“, l’importanza che hanno alcuni accorgimenti, nuovi rispetto a gli eventi tradizionali. Ad esempio, la stessa piattaforma video che utilizzerete avrà degli effetti sull’engagement dei partecipanti. Nell’articolo mostriamo come oltre il 90% degli utenti di Zoom hanno maggiore fiducia e serenità durante le call, con un minore numero di utenti che scelgono di non mostrarsi in video.

Uno studio condotto da Bizzabo (richiede registrazione) piattaforma di eventi ibridi, in presenza e virtuali, ha mostrato come il 60% degli intervistati implemeterà una strategia ibrida ai loro eventi aziendali o conferenze nel 2021. La percenuale aumenta di valore se si pensa che circa l’80% degli intervistati non hanno mai organizzato un evento ibrido.

A rafforzare la posizione degli eventi ibridi lo conferma anche l’articolo del noto sito per eventi Eventbrite che mostra come oltre il 65% degli utenti intervistati abbia partecipato ad almeno 5 eventi online nell’ultimo mese, un risultato impensabile per il mercato degli eventi in presenza.

A tal proposito, sarà proprio la componente fisica durante gli eventi quella che al momento presenterà maggiori sfide e rischi, con oltre il 55% degli intervistati in questo studio di EventManager i quali non si sentono ancora pronti a tornare a grandi eventi in presenza. Tale sentimento viene consolidato dall’analisi di American Express (richiede registrazione) che ha mostrato le intenzioni di oltre il 30% di organizzatori di eventi i quali vedono una componente fisica nei loro eventi del 2021 molto ridotta, in favore di una migliore esperienza ibrida/virtuale.

I segnali sono chiari. Obiettivi e risultati necessitano una schiarita.

Conoscere l’opinione generale e le notizie più rilevanti torna indubbiamente utile per pianificare la propria strategia a lungo termine, ma per far si che questo trend si consolidi, bisogna sfruttarlo per creare nuovi canali di guadagno, oltre che per migliorare l’esperienza generale.

Dopotutto, una volta tornati davvero alla normalità, gli eventi ibridi ci lasceranno la possibilitá di aprire le porte dello stesso evento ad un pubblico molto più ampio. Questo offre delle opportunità per la gestione dei propri partner commerciali o sponsor. Bilancia offerte e collaborazioni in vista degli effetti a lungo termine della componente virtuale in termini di brand recognition, engagement, analytics ed awareness.

Per quanto riguarda la monetizzazione di eventi ibridi, visita il nostro sito per scoprire tutte le possibilità all’interno dei nostri spazi per eventi ibridi, personalizzabili in base alle singole richieste ed esigenze.

3 consigli per scegliere come monetizzare il tuo evento ibrido:

Come regola generale per ció riguarda la monetizzazione di eventi ibridi, ti consigliamo questi 3 aspetti da attenzionare:

  1. Guarda attentamente l’agenda che hai programmato all’inizio del 2021. Valuta i contenuti e gli obiettivi di ogni evento per scegliere quali aspetti puoi offrire online.
  2. Scegli attentamente come monetizzare in base al tipo di evento che farai. Sarà un webinar di un’ora, una conferenza di mezza giornata o un evento diviso in più giornate? Pensa quale opzione si addice meglio al tuo programma e quali dei tuoi partner/sponsors ne trarrebbe più benefici da una collaborazione.
  3. Non svalutarti durante le negoziazioni con gli sponsor per paura che gli spazi concessi durante gli eventi ibridi non abbiano lo stesso valore di quelli in presenza. Facendo ció perderai la possibilitá di tornare ai vecchi accordi quando la situazione sarà tornata alla normalità. Invece, fai leva sulle opportunità uniche per loro grazie alla tua componente virtuale, come la tracciabilità dei contenuti o i dati sui visitatori che raccoglierai.

Per maggiori informazioni su i nostri spazi, le strumentazioni in nostro possesso o una consulenza generale, contattaci o visita il nostro sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *